Riqualificazione della Muratura Portante in Pietra

Efficienza energetica e Criteri ambientali minimi
11 Giugno 2018
Un’abitazione su quattordici è realizzata in Legno
19 Giugno 2018

Riqualificazione della Muratura Portante in Pietra

Molti edifici storici sembrano esclusi dalla possibilità di un intervento mirato alla loro riqualificazione energetica perché in presenza di vincoli imposti dalla vigente normativa che non permette di applicare sempre un cappotto esterno. 

L’edilizia storica in ogni paese d’Italia è prevalentemente costituita da edifici con muratura in pietra e pertanto può prestarsi ad una esclusiva realizzazione di un cappotto interno. 

Tali murature presentano spessori che variano dai 40  ai 70 cm di spessore e un tessuto del paramento realizzato in conci di varia misura o con tecniche miste. 

Caratteristiche termiche

Una parete in pietra di questo tipo ha un coefficiente di trasmittanza termica superiore a 2 W/m2K, pari a circa sei volte gli attuali limiti di legge. Nel lavoro di isolamento del lato interno di una parete in pietra, vi è la probabilità di formazione di condensa interstiziale ogni qual volta si registra l’abbassamento della temperatura interna dei materiali, e in special modo nella zona di contatto tra la pietra e il pannello isolante.

È un problema che, nelle zone climatiche C e D, viene registrato particolarmente durante  i giorni che vanno da dicembre a febbraio con maggiore rigore termico.

Per isolare in modo efficiente i muri disperdenti, si possono evitare le formazioni di condensa interstiziale apponendo un semplice freno al vapore che contrasta la migrazione dello stesso, posando in opera dei teli sigillati tra loro in modo ermetico.

 

Un cappotto interno si può realizzare con pannelli THERMO DRY® 110 in fibra di legno della PAFILE, materiale igroscopico, finiti con un intonachino in argilla avente medesime proprietà igroscopiche o sistemando su questi una pennellatura in calcio silicato ovvero in cartongesso. 

 

Il Thermo Dry® utilizzato nelle strutture prefabbricate a telaio e come strato di isolamento perimetrale interno nelle riqualificazioni energetiche di edifici esistenti, garantisce traspirabilità e assoluta ecologicità alla struttura, inoltre le sue eccellenti proprietà lo posizionano tra i migliori isolanti per la protezione dal caldo estivo e dal freddo invernale.

Ci piace pensare che se volete comprendere come sconfiggere la comparsa di Muffe e Condense nei vostri edifici vi affidiate ad un nostro consulente tecnico che vi indicherà come procedere sulla base di una valutazione delle condizioni a contorno. 

 

seguici su Facebook e Instagram per rimanere aggiornato sui nuovi sistemi di isolamento termico

#L’ediliziaripartedanoi