Perché visitare lo Stand Pafile al Klimahouse 2019?

Sai costruire una casa che consumi poco?
8 Gennaio 2019
Efficienza, Risparmio e Comfort al Klimahouse di Bolzano
14 Gennaio 2019

Il panorama edilizio italiano continua ad evolversi continuamente  e non solo sulle schede tecniche dei prodotti.
Dal risparmio energetico all’azzeramento dei consumi. Dalle abitazioni isolate termicamente a quelle in cui il benessere, ed il confort, diventano la priorità.
Il tutto condito con una crescente attenzione alla questione della sostenibilità.

In questa importante Fiera, Pafile parla di  un ecosistema nuovo, quello dell’edilizia ecosostenibile. E la cartina di tornasole dello stato dell’arte e soprattutto dei trend  è rappresentata da Klimahouse in cui si inserisce perfettamente l’attività dell’azienda vicentina.
Molte le novità del 2019 presentate da Pafile  e non solo sul fronte delle soluzioni di mercato.

klimahouse_2019_promojpg.jpg
Il contesto è cambiato molto negli ultimi dieci anni.  Fino a qualche anno fa il comparto ha investito tutta la sua attenzione nel cercare di capire e imparare come realizzare abitazioni a basso consumo energetico. Era una novità assoluta per tutti.
È stato necessario indagare materiali e tecnologie, macchinari inclusi, individuare quelli più adatti alla sfida.
Ora siamo in una fase diversa in cui la priorità non è più il risparmio energetico ma il comfort nel senso più ampio del termine.

Saranno le nuove generazioni – ne sono convinti in molti – a imprimere il colpo di acceleratore a un comparto, quello dell’edilizia, che per molti anni è rimasto arroccato a se stesso e che ha troppo spesso trascurato la questione degli investimenti in innovazione.
«I giovani spingono in direzione dell’innovazione e sono molto attenti a questioni quali il risparmio energetico e il benessere – spiega Mur direttore della Fiera di Bolzano -. Il cambiamento è inevitabile e questa è una buona notizia. E speriamo si crei quell’ecosistema necessario a far sviluppare le innovazioni anche a livello di imprese consolidate che potranno avvalersi dell’ingegno dei giovani per fare proprie le novità, anche con operazioni di acquisizione».

Secondo Pafile l’Italia ha bisogno di trovare un proprio modello operativo: «Ispirarsi agli altri Paesi è stato inevitabile  alcuni anni fà, ma l’Italia ha peculiarità proprie e dunque deve trovare un proprio modello costruttivo ecosostenibile, o più di uno in base alle differenze climatiche nelle varie regioni e noi contribuiamo con soluzioni e sistemi declinati in funzione della regionalità e delle esigenze del cliente».